Zarude

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Questo articolo riguarda un Pokémon che è stato svelato da poco. La pagina cambierà man mano che saranno disponibili nuove informazioni.
ザルード
Zarude
Zarude.png

1,8m

70,0kg

Altre risorse
ATTENZIONE
Questo infobox è temporaneo. Verrà sostituito con l'infobox completo quando saranno disponibili tutte le informazioni.

Zarude è un Pokémon misterioso di doppio tipo Buio/Erba introdotto in ottava generazione.

È stato annunciato il 27 febbraio 2020 in occasione della proclamazione del Pokémon dell'anno.[1]

Biologia

Fisionomia

Differenze tra i sessi

Attualmente non è nota nessuna differenza di sesso.

Abilità speciali

Possiede liane flessibili e resistenti che gli crescono dalla nuca, dai polsi e dalle piante dei piedi che usa per afferrare bacche o aggrapparsi ai rami degli alberi, oltre che guarire le ferite intorno alle quali vengono avvolte. Sfrutta le liane anche durante le lotte per poter attaccare ripetutamente dondolandosi dagli alberi ed usando qualsiasi mezzo a disposizione, tra cui i propri artigli affilati, grazie all'ingegno che lo contraddistingue.[2]

Comportamento

Attacca chiunque non appartenga al proprio branco e per questo viene temuto dagli altri Pokémon che vivono intorno a loro.[2]

Habitat

Zarude vive in foreste molto profonde.[2]

Dieta

Articolo principale: Cibo Pokémon

Nell'anime

Zarude nell'anime

Apparizioni principali

Zarude comparirà in F23.

Apparizioni minori


Dati di gioco

Resistenze e vulnerabilità

Immunità

Curiosità

Origine

Nonostante Zarude possieda molte caratteristiche simili a quelle delle scimmie, ricorda maggiormente i babbuini e i mandrilli per le sue zanne, gli artigli, la taglia e la struttura facciale. La sua capacità di usare le liane per aggrapparsi agli alberi potrebbe riprendere quella degli ateli di usare la coda prensile per simili scopi.

Origine del nome

Zarude potrebbe essere una combinazione del giapponese saru, scimmie, e dell'inglese rude, sgarbato, rozzo.

In altre lingue

Riferimenti