Nero (Adventures)

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Nero
Black · ブラック
Nero Adventures.png
Nero
Età
Maschio
Data di nascita
8 ottobre (Bilancia)
Colore degli occhi
Castani
Colore dei capelli
Castani
Provenienza
Soffiolieve (provenienza originaria sconosciuta)
Parenti
Genitori anonimi
Capitolo di debutto

Nero è un personaggio principale della serie manga Pokémon Adventures.

Storia

Arco Nero & Bianco

Nero viene visto per la prima volta mentre attende un pacco che sta per essere spedito a casa sua dopo aver aspettato tutta la notte sotto la pioggia. Dopo aver ricevuto il pacco dal postino, lo apre immediatamente, rivelandone il contenuto: i tre Pokémon Oshawott, Snivy e Tepig e tre Pokédex. Il ragazzo salta dalla gioia ma fa accidentalmente cadere la scatola a causa di uno starnuto, rilasciando i tre Pokémon iniziali. Questi si mettono a litigare e Tepig scappa via e viene inseguito da Nero, che però fa cadere in una pozzanghera i due Pokédex rimanenti, destinati ai suoi amici Komor e Belle.

Nero a cinque anni

L'Allenatore trova Tepig su un albero mentre viene attaccato da un Pokémon sconosciuto. Utilizzando le sue capacità deduttive, permette al suo Munna, Musha, di mangiare i suoi sogni, riuscendo a scoprire l'identità del Pokémon sull'albero. Grazie alle loro abilità, Nero e Tepig sconfiggono il Pokémon, rivelatosi un Sewaddle. Il ragazzo riesce a convincere il Tepig ad andare con lui, dando inizio al suo viaggio. Prima di partire, l'Allenatore vola in una biblioteca per scoprire quale sia la forma evolutiva finale di Tepig, in modo da poter pensare al soprannome adatto a lui. Tepig, pensando che Nero non sia contento della sua forma attuale, scappa di nuovo; il ragazzo lo segue e lo trova, imbronciato, in una grotta e, nel tentativo di calmarlo, provoca l'attacco di un Woobat selvatico. L'Allenatore riesce a sconfiggere il Pokémon con Tepig e decide infine di dargli il soprannome "Tepi", invece che un nome basato sulla sua forma evolutiva finale; i due poi danno finalmente inizio alla loro avventura.

Sul Percorso 1, Nero incontra l'Avventuriero Andy e lo sconfigge nella sua prima lotta. Il ragazzo scopre che Andy una volta aveva il suo stesso sogno, ovvero battere la Lega Pokémon, ma che a causa delle sue debolezze aveva dovuto arrendersi. Dopo aver spento un incendio, Nero riesce a convincere Andy a ricominciare ad inseguire i suoi sogni.

Nero, Belle e Komor nella loro prima lotta in Palestra

Più tardi, durante la sua consueta routine, Nero interrompe inavvertitamente le riprese di una pubblicità dell'Interpoké. Incontra Bianca, proprietaria dell'Agenzia BW, la quale prova a convincerlo ad aiutarla facendo fare coppia a Tepi con la sua Pipig nelle riprese di un film. All'improvviso, cinque membri della troupe vengono trovati privi di sensi e Nero viene sospettato di essere il colpevole; il ragazzo prova la sua innocenza trovando il vero colpevole, un Galvantula, e sconfiggendolo. All'Allenatore viene però fatto notare che, durante lo scontro, ha distrutto l'attrezzatura da ripresa, allora Bianca evita di farlo finire nei guai affermando che è stato appena assunto e mettendo tutti i danni sul conto della sua Agenzia BW. Nero viene quindi costretto ad aiutare Bianca finché non ripagherà il suo debito, consistente in cinquanta stipendi fruttati dalle pubblicità.

La sera seguente, Nero e Bianca si accampano all'aperto e vengono attaccati da un misterioso Pokémon. Usando le sue abilità, il ragazzo scopre che l'aggressore è un Timburr che sta aiutando un gruppo di persone in uniformi da cavaliere chiamato Team Plasma a montare un palco. Il giorno dopo, i due assistono al discorso di uno dei "saggi" del Team Plasma, Ghecis, il quale convince le persone riunitesi a liberare i loro Pokémon. Infuriato, Nero cerca di impedire a Ghecis di fare altri discorsi ma viene fermato da un giovane ragazzo chiamato N, che possiede la capacità di capire i Pokémon ascoltando i loro cuori. Nero e N danno allora inizio ad una lotta, ma Nero patisce una dolorosa sconfitta; N allora sfrutta l'occasione per ascoltare i cuori dei Pokémon dell'Allenatore per vedere se Pokémon e umani possono davvero stare insieme.

Più tardi, Nero si reca con Bianca a Levantopoli per competere nella sua prima lotta in Palestra. Qui incontra i suoi amici Komor e Belle, arrabbiati con lui per essere partito senza di loro e per aver rotto i loro Pokédex. Il loro litigio fa sì che i Capipalestra permettano anche a Komor e Belle di prendere parte alla sfida in Palestra insieme a Nero. Insieme, i tre superano la sfida e arrivano da Chicco, Maisello e Spighetto, riuscendo a sconfiggerli. Dopo la vittoria, Nero si scusa con i suoi amici e dona loro un paio di Interpoké, in modo che possano tenersi in contatto.

Durante il viaggio verso la città successiva, Nero viene attaccato da un Pokémon dopo che Musha è volato via. Si sveglia nel laboratorio di Zania, una ricercatrice che studia gli Allenatori e il potere dei sogni. Capendo che il Musha di Nero può aiutarla nei suoi studi, Zania si unisce al ragazzo per andarlo a cercare; si recano al Cantiere dei Sogni e trovano Musha tenuto prigioniero da alcuni Seguaci Plasma. Nero affronta i Seguaci in lotta e li sconfigge, riconciliandosi col suo Pokémon e permettendo a Zania di ottenere del Fumonirico.

Nero e Bianca arrivano a Zefiropoli per fare pubblicità all'Agenzia BW. Dopo essersi occupati di una coppia di Pokémon combina-guai, il ragazzo si reca alla Palestra di Zefiropoli per sfidare la Capopalestra Aloé. Nonostante i potenti Pokémon e le intelligenti tattiche della donna, Nero riesce a sconfiggerla e a vincere la sua seconda Medaglia. Finito tutto ciò che c'era da fare a Zefiropoli, un frustrato Nero tenta di proseguire alla città successiva ma Bianca glielo impedisce fermandosi di continuo nei vari negozi. I due incontrano il marito di Aloé, Cirillo, mentre corre terrorizzato in lungo e in largo, affermando che qualcuno ha rubato il fossile di un Pokémon Drago dal Museo. Dopo aver utilizzato Musha per cercare degli indizi, Nero incontra il Capopalestra Artemisio, grazie al quale aiuto riesce a sconfiggere i ladri, membri del Team Plasma, restituendo il Fossile al Museo. Dopodiché, Nero e Artemisio si salutano con la promessa di incontrarsi di nuovo ad Austropoli per la sfida in Palestra.

La promessa di Nero

Dopo aver attraversato il Bosco Girandola, Nero e Bianca vengono attaccati da un altro Pokémon misterioso. Quando incontrano il presidente della Lotta S.p.A. Danilo, essi scoprono che l'aggressore è il Pokémon leggendario Virizion. Arrivati ad Austropoli, Nero e Tepi trovano in un edificio un bambino smarrito che piange. Il ragazzo allora lascia Tepi di guardia col bambino mentre va in cerca d'aiuto. All'insaputa dell'Allenatore, il bambino si scopre essere in realtà uno Zorua trasformato e comincia a creare scompiglio per la città, mentre Tepi lo insegue. Lo Zorua riesce a scappare e Nero si chiede cosa sia successo mentre era via.

Dopo aver fatto alcuni giri, Nero viene informato da Bianca che ha pagato più della metà del suo debito e che intende continuare a pagarlo se il ragazzo continua a fare pubblicità alla sua Agenzia. Nero accetta e al tempo stesso nota che il suo Tepi è in procinto di evolversi; il processo evolutivo viene però fermato da Bianca, a causa delle possibili ripercussioni negative che potrebbero colpire la popolarità della coppia Tepi-Pipig. Nero va allora alla Palestra di Austropoli per la sua sfida contro Artemisio, attraversando facilmente i muri di miele all'interno e arrivando dal Capopalestra. Sebbene ricordi le proteste di Bianca, il ragazzo decide comunque di far lottare Tepi, il quale si evolve e gli garantisce la vittoria sconfiggendo il Dwebble di Artemisio. Dopo la lotta, arriva Iris portando con sé una Belle priva di sensi, alla quale è stato rubato un Pokémon. Utilizzando Musha, Nero trova i ladri (membri del Team Plasma) e salva il Litwick di Belle. Dopodiché, l'Allenatore decide di cambiare il nome del suo Tepi in "Pigny" a seguito della sua evoluzione in Pignite.

Su richiesta della Professoressa Aralia, Nero e Bianca si dirigono all'Isola Libertà per investigare su un Pokémon chiamato Victini. Grazie a Musha, Nero trova il Pokémon, ferito ed inseguito da tre membri del Team Plasma che affermano di star tentando di proteggerlo da eventuali aggressori. Con l'aiuto di Victini, Nero sconfigge i Seguaci Plasma e li caccia, permettendo al Pokémon di andarsene liberamente.

Più tardi, Nero e Bianca passano per il Deserto della Quiete lungo il cammino per Sciroccopoli. A causa di una violenta tempesta di sabbia, Nero è costretto ad aspettare che Bianca torni con dei vestiti che possono permettere loro di muoversi nella tempesta senza pericoli. Mentre aspetta, Nero incontra Mirton, uno dei Superquattro della Lega di Unima. Insieme, i due scoprono un Seguace Plasma sgattaiolare per il luogo e lo catturano. In seguito, Mirton dà a Nero la possibilità di sfidarlo mettendo in palio le Medaglie vinte con fatica dall'Allenatore. Sebbene Nero desideri lottare con Mirton, il solo pensiero di perdere le Medaglie in caso di sconfitta lo fa svenire, avendo affaticato troppo la sua mente. Il ragazzo si risveglia a Sciroccopoli, portato lì da Bianca sul dorso di Brav. Mentre Bianca organizzare l'ultima attrazione turistica della città, il Pokémon Musical, Nero rimane sorpreso dalle sue capacità amministrative. I due incontrano poi Camelia, la Capopalestra di Sciroccopoli, la quale dice a Nero di aspettare prima di dare inizio alla loro sfida.

Al termine del Musical, Nero e Camelia vanno alla Palestra di Sciroccopoli e lottano. Durante la sfida, Nero rimane incastrato in una delle vetture delle montagne russe della Palestra, ma decide di continuare a lottare comunque. Grazie all'aiuto di Tula, Musha e Pigny, l'Allenatore sconfigge Camelia e vince la Medaglia Bolt. Prima di ricevere la Medaglia, viene mandato sul tetto dell'edificio, dove incontra il Pokémon leggendario Thundurus; questi gli dà una scossa e lo libera dalla vettura delle montagne russe.

Nero saluta Bianca nel Metrò Lotta

Più tardi, Nero si mette in cerca di Bianca, che è scomparsa. La trova priva di sensi tra le braccia di un uomo e lo attacca, venendo però sconfitto facilmente. Ben presto scopre che l'uomo è Marzio, uno dei Superquattro della Lega di Unima, che racconta di aver trovato la ragazza svenuta nei pressi della Ruota Panoramica. Nero allora prende Bianca e la porta all'ospedale.

Quando Bianca si sveglia, racconta di essere stata attaccata alla Ruota Panoramica da N, che ha inoltre convinto Pipig ad unirsi a lui. Arrabbiato, Nero tenta di ottenere delle risposte dal Servine che N ha dato alla ragazza, ma senza successo. Usciti dall'ospedale, i due incontrano la Panettiera Letizia, che li informa dell'apertura del Metrò Lotta, altra attrazione turistica di Sciroccopoli. Recatisi al Metrò Lotta, Nero e Bianca trovano Marzio in lotta contro il Campione di Unima, Nardo. Intanto, Bianca decide di imparare a lottare testando il Metrò Lotta per il sindaco; per dimostrarle come si catturano i Pokémon, Nero cattura un Tirtouga selvatico, scoprendo anche che una volta apparteneva a Marzio, il quale l'aveva liberato a causa della sua natura testarda. Arrivati al Metrò Lotta, Nero e Bianca devono separarsi, ma non prima che il ragazzo le dia il suo Brav in modo che Bianca abbia il numero necessario di Pokémon in squadra per competere.

Mentre si dirige verso Libecciopoli, Nero scopre che il Ponte Libecciopoli è stranamente bloccato e non può essere attraversato. Grazie all'aiuto di Camelia, il ragazzo riesce ad arrivare dall'altra parte, ma viene infastidito da uno Zorua, lo stesso Pokémon che ha manomesso il Ponte. Utilizzando la sua abilità Illusione, Zorua riesce a confondere l'Allenatore, il quale però riesce comunque a cacciarlo via. Dopodiché, Nero incontra Rafan, il Capopalestra di Libecciopoli, che gli racconta i guai causatigli dallo Zorua.

Arrivato a Libecciopoli, Nero s'incontra nuovamente con Komor, al quale però viene ben presto rubato lo Snivy dal Team Plasma, costringendo i due ad andare a riprenderselo. Nero e Komor vanno al Deposito Frigo, dove lottano con i Seguaci Plasma colpevoli del furto. Grazie alle mosse combinate insegnate ai loro Pokémon dall'Insegnamosse, i due ragazzi riescono a sconfiggere i Seguaci e a riprendersi Snivy. In seguito, Nero si dirige alla Palestra di Libecciopoli per ottenere la nuova Medaglia, ma scopre che Rafan ha chiuso l'edificio a causa del suo cattivo umore. Mentre aspetta la riapertura della Palestra, Nero prova a farsi dare ascolto dal suo Tirtouga, il quale però si rifiuta di seguire i suoi ordini. Più tardi, quando la Palestra riapre, l'Allenatore supera la sfida e arriva da Rafan. Il Capopalestra gli spiega che Tirtouga si evolve in Carracosta, dando a Nero l'idea di soprannominarlo "Costa".

Rafan afferma inoltre di aver sentito parlare di lui dagli altri Capipalestra, che lo avevano elogiato. Racconta poi di aver trovato una misteriosa pietra sul Monte Vite e, quando Nero gli chiede informazioni, gli rivela che la pietra è una Scurolite, conosciuta anche come forma di uno dei Pokémon leggendari di Unima: Zekrom. Rafan promette di raccontare ulteriori dettagli al ragazzo se questi riuscirà a sconfiggerlo in lotta. Sebbene il team del Capopalestra si dimostri molto forte, Nero riesce a sconfiggere tutti i suoi Pokémon e vincere la sfida.

Sconfitto, Rafan racconta a Nero che Aloé è stata spiata dal Team Plasma e che la stessa crede che questi stiano mirando alla Scurolite. Rivela inoltre che gli altri Capipalestra sono consapevoli di quanto stia avvenendo e che hanno deciso di unirsi per affrontare il Team Plasma per prevenire l'eventuale furto della pietra. I due viaggiano allora per Ponentopoli e s'incontrano con Artemisio, Camelia, Anemone e Silvestro; insieme, aspettano il segnale di Aloé. Durante l'attesa, Anemone porta Nero alla Torre Cielo e lo forza a suonare la campana per poter determinare quanto egli sia giusto per la missione. Non soddisfatta dal suono della campana, Anemone porta via Nero dalla Torre e lo accompagna alla Palestra di Ponentopoli per una lotta. Avendo Rafan avvertito tutti che, a causa delle azioni del Team Plasma, la Lega Pokémon potrebbe essere cancellata per quell'anno, le capacità di Nero nella lotta declinano per via dell'agitazione. Il ragazzo, però, decide di tenersi dentro lo stress ed usarlo per affrontare il Team Plasma. Dopo aver incoraggiato la sua squadra, Nero sconfigge Anemone e vince la Medaglia Jet. I Capipalestra e Nero, poi, si dirigono a Zefiropoli.

Arrivato a Zefiropoli, Nero viene incaricato di cercare la Scurolite, mente i Capipalestra affrontano il Trio Oscuro. Dopo aver sconfitto i Seguaci Plasma all'interno del Museo, un rumore di forte intensità spinge Nero all'esterno per investigare. Scioccato, scopre che il Trio Oscuro ha catturato le leggendarie Forze della Natura, le quali sconfiggono facilmente i Capipalestra. Malgrado le proteste di Rafan, Nero e Pigny (evolutosi in Emboar) provano a salvarli, solo per essere velocemente scaraventati via. Aloé rivela che la lotta ha distrutto l'unica chiave per il luogo in cui è custodita la Scurolite, che quindi non può essere raggiunta dal Trio Oscuro. Nonostante ciò, il Trio porta via i Capipalestra sconfitti mentre Nero è costretto a rimanere a guardare. Il ragazzo scopre però che Silvestro è riuscito a scappare e che è venuto ad aiutarlo. Nero, realizzando di sapere già dov'è custodita la pietra, porta Silvestro nel luogo in cui aveva sfidato Aloé, trovando la Scurolite.

Trovata la pietra, Nero viene attaccato da Ghecis, il quale gli rivela che il Silvestro che era riuscito a scappare era un Seguace Plasma travestito. Il ragazzo viene steso e Ghecis porta la Scurolite a N, così che possa risvegliare Zekrom. Più tardi, Nero viene trovato dal vero Silvestro, che era davvero riuscito a sfuggire al Trio Oscuro. Il Capopalestra chiama Aristide e lo informa di quanto accaduto. Si scopre poi che la Chiarolite, contenente l'altro Drago leggendario di Unima Reshiram, è stata per tutto il tempo lì, nello stesso punto in cui si trovava la Scurolite. Questa rotola rapidamente verso Nero, scegliendolo come l'eroe destinato a svegliare Reshiram. Silvestro, allora, decide che Nero ha bisogno di diventare più forte per le lotte a venire e porta con sé il ragazzo privo di sensi per un intenso allenamento.

Nero viene portato al Ponte Propulsione, dove viene incaricato di liberarsi dalla catena di ghiaccio intorno alla sua gamba creata dal Cryogonal di Silvestro. Insieme ad Emboar, ora chiamato Boar, il ragazzo riesce a liberarsi della catena, completando così il primo step. Dove aver completato anche il secondo, l'allenamento finale di Nero consiste nello sconfiggere la gang di Centauri chiamata "Black Empoleon". Grazie all'aiuto di Costa, l'Allenatore riesce a portare a termine il suo allenamento. In seguito, il Dottor Otto porta Nero alla Palestra di Mistralopoli per poter lottare contro Silvestro. Durante la lotta, il Capopalestra rivela di avere la Chiarolite con sé e che intende darla a Nero dopo lo scontro. La lotta termina quando Costa si evolve e sconfigge il Beartic di Silvestro, permettendo a Nero di vincere la Medaglia Stalattite. Una volta terminato lo scontro, Silvestro dà al ragazzo la Chiarolite. Nero prova ad evocare Reshiram senza ottenere risposta, per poi rimanere turbato quando apprende che Aristide ha anticipato la data d'inizio della Lega Pokémon da tre mesi ad una settimana. Il ragazzo va nel panico al pensiero di non riuscire a vincere tutte le Medaglie per tempo e scappa via, seguito da Iris.

Nero arriva alla Cava Ponentopoli, dove decide di catturare uno dei Pokémon leggendari di cui aveva sentito parlare da Iris, nella speranza di convincere Aristide a farlo partecipare alla Lega. Qui incontra Shoko del "Patrat Show", la cui amica Amelia Borghese è stata presa da Virizion, Terrakion e Cobalion dopo aver tentato di catturarli. Nero riesce a liberare Amelia, ma i Pokémon delle due ragazze vengono portati via per essere liberati. Il ragazzo rintraccia i Solenni Spadaccini e riesce per un soffio a convincerli a rilasciare i loro prigionieri.

Nero e Reshiram

Nero arriva al Percorso 6, dove si riunisce con Bianca. Individuano per caso Marzio mentre fa da arbitro in una lotta tra Nardo e N, che si conclude con N vincitore. Quando Nero vede che N è riuscito a risvegliare e controllare Zekrom, la Chiarolite reagisce e si trasforma per breve tempo in Reshiram, prima di ritornare nel suo stato precedente. Mentre N si prepara ad andarsene, viene attaccato da Gasparago Aralia. Il Professore chiede a Nero e Bianca di aiutarlo ad ottenere informazioni da N circa la posizione dei Capipalestra rapiti. Grazie alla forza dei tre Pokémon iniziali di Unima, N viene sconfitto, ma rimette in sesto gli altri suoi Pokémon ed impedisce a Nero di ottenere informazioni. Confuso, il ragazzo fa di nuovo affidamento a Musha, ma quest'ultimo indietreggia impaurito e lo ignora. N spiega che il Munna non ritiene più i sogni di Nero gustosi, e che quindi non ha più alcun motivo di rimanere con lui. Mentre Musha vola via, Nero sviene per lo shock, pensando che il legame tra lui e il suo Pokémon è stato sempre una menzogna.

Nero si ritrova più tardi nell'Intramondo, dove riconosce la sagoma di Musha. Prova a chiamarlo ma non ottiene risposte. Si sveglia poi dall'incubo in un ospedale, dove scopre che la cerimonia d'apertura della Lega Pokémon è iniziata mentre dormiva. Con un senso di sconfitta, il ragazzo decide di tornare nella sua casa di Soffiolieve, ma cambia idea quando vede la delusione sul volto dei suoi Pokémon. Va, quindi, da Aristide e lo sfida in una lotta per la sua ultima Medaglia affermando che, finché il torneo della Lega non ha inizio, ha tempo a sufficienza per ottenerla. Aristide accetta e i due danno inizio ad un rapido uno contro uno in una sala. All'inizio della lotta, Nero trova delle difficoltà a causa dello shock causatogli dal comportamento di Musha; la lotta è interrotta da Catlina, che usa i suoi poteri psichici per riferire un messaggio dai Capipalestra rapiti, i quali confermano di stare bene ma affermano di non sapere dove si trovino esattamente. Incoraggiano inoltre Nero, il quale riesce così a sconfiggere Aristide e ad ottenere la Medaglia Leggenda, nonché un posto nel torneo della Lega Pokémon.

Durante il torneo, Nero arriva tra i primi 8, insieme a Gray, Iris, Komor, Leo, Bellocchio e un uomo incappucciato. Il suo primo avversario è Bellocchio, che si trova sotto copertura, il quale manda in campo un Croagunk; essendo quest'ultimo un Pokémon non nativo della regione di Unima, il Pokédex non lo riconosce e Nero non ha idea di come affrontarlo. Dopo una sfida difficile, il ragazzo riesce a sconfiggere Croagunk con Tula e avanza così alle semifinali, nelle quali affronta Iris. Per via del tempo trascorso con Nardo, la ragazza desidera sconfiggere N e riguadagnare l'onore del suo ex-insegnante. Nero capisce la rabbia di Iris, ma dimostra di essere più forte sconfiggendola e arrivando in finale.

Nello scontro finale, Nero affronta Komor, che si stava comportando in modo stranamente freddo sin dall'inizio del torneo. Egli rivela a Nero di essere stato convinto dal Team Plasma a perseguire la forza. Con Nero infuriato dalla manipolazione subita dal suo amico d'infanzia, la lotta tra gli Allenatori è così accesa che i due si ritrovano sul tetto dell'edificio della Lega Pokémon. L'ultimo loro scontro li fa cadere entrambi addormentati, mentre del Fumonirico riempie l'aria. I due condividono un sogno sulla loro infanzia, quando Nero scrisse su un blocco note il suo sogno di battere la Lega e Komor il suo sogno di supportare quello di Nero. Nero viene dichiarato vincitore, in quanto i suoi Pokémon sono rimasti in piedi. Al suo risveglio, il ragazzo perdona Komor e afferma che i due saranno sempre amici. Ora evoluto in Musharna, Musha torna da Nero, che lo riaccoglie a braccia aperte. Ancora furioso con il Team Plasma, però, Nero li sfida ad uscire dai loro nascondigli, mentre Reshiram si sveglia completamente dalla Chiarolite.

Durante la lotta tra Nero e Komor, Bianca aveva scoperto che Gray era in realtà Violante e tenta quindi di rivelarlo a Nero, prima di essere teletrasportata via dall'uomo incappucciato. Nero attacca Violante e gli chiede dov'è stata portata Bianca, ma questi per tutta risposta attiva un telecomando ed evoca il Castello del Team Plasma dalle profondità della terra. Il Castello circonda l'intera Lega e da esso escono numerosi Seguaci Plasma che mettono tutti all'angolo. Ghecis, N e i Sette Saggi si avvicinano a Nero e la vista di Zekrom agita Reshiram, che immediatamente vola via verso la sua controparte, lasciando il ragazzo da solo. Ghecis lo deride, in quanto incapace di fermare il Team Plasma, con i suoi alleati troppo impegnati a fare altro per assisterlo. Una voce, però, improvvisamente smentisce queste affermazioni e si scopre appartenere all'Avventuriero Andy. Andy, Letizia, Danilo, Otto, Shoko, Amelia e Dorino (uno dei Centauri della gang dei Black Empoleon) si scontrano quindi con i Saggi per salvare i Capipalestra, permettendo a Nero di proseguire.

Bianca rimane sotto shock vedendo Nero e Reshiram diventare la Chiarolite

Nero sale in groppa a Reshiram lasciando il resto della sua squadra di sotto a dare una mano. In cima al Castello del Team Plasma, Nero e N danno inizio al loro scontro finale. A causa della scarsa conoscenza del potere di Reshiram, Nero incontra non poche difficoltà ma, grazie all'aiuto di Gasparago, capisce come muoversi. Sfruttando la forza di Incrofiamma, l'Allenatore infligge ingenti danni a Zekrom, che fugge con N verso l'interno del Palazzo. Una volta dentro, i due continuano la loro lotta, ma un secondo Zekrom compare per aiutare il primo. Nero riesce a capire l'inganno e attacca il vero Zekrom, sconfiggendolo. Il secondo Zekrom si rivela quindi essere lo Zorua di N, che era rimasto ad aiutarlo nonostante fosse stato liberato in precedenza insieme a tutti i suoi compagni di squadra.

Nero dice a N che, nonostante la liberazione, Zorua ha veramente a cuore il giovane e che vuole rimanere con lui. N capisce i desideri di Zorua, ma sviene subito dopo. La squadra del ragazzo quindi torna da lui una volta portato a termine l'incarico, ma la riunione viene interrotta da Ghecis, che rivela di essere il padre di N e di star pianificando l'uccisione di Nero per assicurarsi che nessuno venga a sapere della sconfitta del figlio. Il Saggio allora attacca l'Allenatore con un team pensato appositamente per contrattaccare tutti i Pokémon dell'avversario. Grazie a Musha, Nero scopre che Ghecis possiede un'arma segreta: il Pokémon Volcarona. Il ragazzo ribalta così le sorti dell'incontro e riesce a sconfiggere la sua intera squadra in un colpo solo, mettendo così fine al Team Plasma. Quando Ghecis tenta di fuggire, Nero lo intrappola con la mossa Pietrataglio di Costa.

Una volta terminata la lotta, Nero si riunisce finalmente a Bianca, che aveva trovato Pipig e l'aveva riassunta nell'Agenzia BW. N si sveglia e ringrazia i due ragazzi per averlo aiutato a capire i suoi errori, decidendo di andare con Zekrom per la propria strada e dicendo addio a tutti, lasciando anche Zorua dietro di sé. Con la sua controparte ormai andata via, Reshiram si ritira ancora una volta nella Chiarolite; l'attrazione sprigionata dal processo è così potente che Nero e Bianca si allontanano nel timore di venirne anch'essi assorbiti all'interno. Questo suggerisce a Ghecis l'idea di usare il Beheeyem di Acromio per lanciare Nero verso Reshiram, impedendogli di sfuggire all'attrazione. Avendo ormai realizzato di non poter più salvarsi, Nero mostra a Bianca di star indossando una maglia con il logo dell'Agenzia BW sotto la sua giacca e le chiede se il suo debito è stato pagato; prima che la ragazza possa rispondere, Nero viene assorbito nella Chiarolite. Con il cuore a pezzi, Bianca conferma che Nero ha pagato il suo debito e tenta di raggiungere la pietra. Prima che possa afferrarla, però, la Chiarolite si alza in aria e vola verso destinazioni sconosciute, lasciando la ragazza in lacrime.

Arco Black 2 & White 2

Due anni dopo, in PS542, la Chiarolite e Zekrom vengono evocati ad Unima, trascinati dal potere in crescita di Kyurem. La Chiarolite si ferma nell'Intramondo, dove viene trovata da Bianca. Dopo averle raccontato del ritorno del Team Plasma, N chiede alla ragazza di tenere al sicuro la pietra mentre lui e Zekrom affrontano Ghecis e Kyurem. Le dice inoltre che Reshiram potrebbe risvegliarsi se Zekrom venisse assorbito da Kyurem e decide di lasciare il resto a Nero.

In PS544, Bianca finisce nella Chiarolite quando Kyurem fa tornare Zekrom nella Scurolite, intrappolandovi anche N. Bianca e N arrivano nel Pokémon Dream World, dove si riuniscono a Nero. Quando Kyurem assorbe Zekrom e si trasforma in Kyurem Nero, N decide di affrontarlo dall'interno con Zekrom, mentre Nero e Bianca escono per affrontarlo direttamente. Nero e Bianca fanno squadra per attaccare Kyurem, ma il loro assalto viene bloccato quando N viene espulso dalla Scurolite. Con i suoi avversari distratti, Ghecis fa lanciare a Kyurem un attacco prima di fuggire. Mentre cercano Ghecis, Nero e Bianca trovano Blake e Whitley su una spiaggia vicina e, dopo essersi presentati, i possessori di Pokédex di Unima decidono di unire le forze e tentare un nuovo attacco a Kyurem Nero. Per poter rintracciare Ghecis, Nero manda Musha a mangiare i suoi sogni.

Personaggio

Nero si fa svuotare la mente da Musha

Nero è un giovane ragazzo che aspira sin dall'infanzia a diventare il Campione della Lega Pokémon di Unima. I suoi sogni, tuttavia, riempiono la sua testa al punto da non permettergli di pensare ad altro al di fuori di essi, con ogni tentativo di resistenza destinato a provocargli uno svenimento per stanchezza mentale. Grazie al suo Musha, Nero può farsi mangiare i sogni, permettendo così a se stesso di pensare molto più chiaramente, di diventare più astuto e di migliorare la sua percezione. Inoltre, quando lo fa, pare che veda in esagoni. Dimenticandosi di tutto il resto quando i suoi sogni prendono il sopravvento, Nero ha la tendenza ad agire senza pensare alle conseguenze. Con l'avanzare degli eventi, il ragazzo comincia lentamente a prendere in considerazione i sentimenti degli altri e a pensare ad altre cose per brevi periodi di tempo.

Viene considerato "a sangue caldo" da diversi personaggi per via della sua natura vivace e della sua tendenza ad agire da solo. Non capisce lo show business come Bianca e molti suoi aspetti lo sorprendono, come ad esempio il pernottamento di Tepi e Pipig in albergo mentre lui e Bianca si accampano all'aperto. Ha una certa familiarità con le biblioteche, essendoci andato spesso da bambino, grazie alla quale riesce a completare rapidamente gli enigmi della Palestra di Zefiropoli, stabilendo addirittura un nuovo record. La tendenza di Nero a sognare gli causa inoltre gravi dimenticanze, come ad esempio quando si dimentica completamente della promessa fatta ai suoi amici Komor e Belle una volta ricevuto il pacco contenente i Pokémon iniziali e i Pokédex di tutti e tre. Per le sue abilità e caratteristiche, riceve il titolo di Dreamer, condiviso con Bianca.

Pokémon

Quando dà un soprannome ad un suo Pokémon, Nero prende in considerazione il nome della sua forma evolutiva finale. Fanno eccezione Boar, il cui nome viene cambiato ogni volta che si evolve, e Reshiram, che non viene soprannominato.

Questa è la lista dei Pokémon conosciuti di Nero nel manga:

In mano

Brav  (Rufflet→Braviary)  
Articolo principale: Brav
Brav.png
Debutto: Partenza

Brav è il primo Pokémon catturato da Nero. Da bambino, l'Allenatore lo incontra come Rufflet selvatico dopo che Belle aveva accidentalmente calpestato il suo cibo, facendolo arrabbiare. Dopo una lotta infuocata, Nero riesce a catturare il Pokémon con l'aiuto di un Munna selvatico. Oltre ad essere forte nella lotta, Brav è molto abile nel volo ed è capace di trasportare il suo Allenatore nel cielo con facilità. Viene prestato a Bianca per la sua sfida nel Metrò Lotta, per poi tornare da Nero al termine di essa. Al momento del capitolo Verità, è al livello 59, ha una Natura Audace e la sua caratteristica è "Adora combattere".

Musha  (Munna→Musharna)  
Articolo principale: Musha
Musha.png
Debutto: Partenza

Musha è il secondo Pokémon catturato da Nero. A causa dei frequenti sogni del ragazzo riguardanti la conquista della Lega Pokémon, egli non riesce a concentrarsi, quindi utilizza il suo Munna per farsi mangiare i sogni e per svuotare la sua mente, riuscendo così ad aumentare anche la sua percezione. Durante un incontro con N in Necessario, poco dopo la sconfitta inflitta da questo a Nardo, Musha se ne va. N afferma che il Pokémon seguiva gli ordini del suo Allenatore soltanto perché i suoi sogni avevano un buon sapore e che, dopo aver appurato che questo sapore era cambiato nel corso dell'avventura, Musha l'aveva abbandonato. In Amici per la pelle, Musha torna da Nero, evoluto in Musharna, e si scopre che lo aveva abbandonato soltanto per diventare più forte. Al momento del capitolo Verità, è al livello 57, ha una Natura Schiva e la sua caratteristica è "Si addormenta spesso".

Tepi→Pigny→Boar  (Tepig→Pignite→Emboar)  
Articolo principale: Boar
Boar.png
Debutto: La sera prima

Boar (in precedenza Tepi e Pigny) è il Pokémon che Nero ha ricevuto dalla Professoressa Aralia da Tepig. È molto giocoso, come viene mostrato quando fa uscire volontariamente la Pipig di Bianca dalla sua Poké Ball. In lotta, Boar è forte e dotato di grandi riflessi. Viene visto proteggere Pipig nello stesso modo in cui Nero protegge Bianca. Si evolve in Pignite in Evoluzione e in Emboar in Scontro. Al momento del capitolo Verità, è al livello 51, ha una Natura Audace e la sua caratteristica è "Si arrabbia facilmente".

Tula  (Galvantula)  
Articolo principale: Tula
Nero Tula.png
Debutto: Assunzione

Tula è il quarto Pokémon catturato da Nero. Viene ottenuto dopo aver attaccato le riprese di una pubblicità dell'Interpoké. Grazie all'aiuto di Musha, Nero riesce ad individuarlo, per poi attaccarlo con Tepi e catturarlo. Dopo un incontro col Team Plasma, Nero scopre che Tula era un Pokémon originariamente appartenente ad un Allenatore, che lo aveva liberato dopo essere stato convinto da un discorso di Ghecis. Al momento del capitolo Verità, è al livello 59, ha una Natura Decisa e la sua caratteristica è "Fa attenzione ai suoni".

Costa  (Tirtouga→Carracosta)  
Articolo principale: Costa
Costa di Black.png
Debutto: Addio

Nero cattura Costa a Sciroccopoli, come Tirtouga, mentre insegna a Bianca come si catturano i Pokémon. Marzio gli racconta che quel Pokémon apparteneva a lui, ma che l'aveva liberato per via del suo carattere. Inizialmente, Costa non ascolta gli ordini di Nero, ma dopo la lotta contro Rafan comincia a diventare più amichevole. Nella lotta di Nero contro Silvestro in Condizioni, Costa si evolve in Carracosta e riesce a sconfiggere il Beartic dell'avversario, regalando la vittoria al ragazzo. Al momento del capitolo Verità, è al livello 45, ha una Natura Calma e la sua caratteristica è "Estremamente sagace".

Reshiram
Articolo principale: Trio Tao (Adventures)
Reshiram di Nero Adventures.png
Debutto: Risveglio

Reshiram è un Pokémon leggendario sigillato all'interno della Chiarolite. Inizialmente è tenuto nella Palestra di Zefiropoli insieme alla Scurolite di Zekrom. Dopo il furto di quest'ultima da parte del Trio Oscuro, la Chiarolite rotola verso Nero, in quel momento privo di sensi, scegliendolo come l'eroe che lo controllerà. Silvestro porta la pietra e Nero a Mistralopoli per allenare il ragazzo e renderlo capace di domare il potere di Reshiram. Dopo che Nero sconfigge Silvestro nella lotta in Palestra, il Capopalestra affida la Chiarolite all'Allenatore. Quando Nero trova N impegnato in una lotta contro Nardo, la presenza di Zekrom fa sì che Reshiram si risvegli per qualche breve istante. In seguito alla vittoria della Lega Pokémon, il desiderio ardente di Nero di sconfiggere il Team Plasma permette finalmente a Reshiram di uscire dalla Chiarolite.

Presi in prestito

Stoutland
Padre Belle Stoutland Adventures.png
Debutto: Reminiscenze

Stoutland è un Pokémon che Nero prende in prestito dal padre di Belle. Viene utilizzato da Nero, Komor e Belle per fare pratica nella lotta.

Non si conosce alcuna mossa di Stoutland.

Unfezant 
Padre Belle Unfezant Adventures.png
Debutto: Reminiscenze

Unfezant è un Pokémon che Nero prende in prestito dal padre di Belle. Viene utilizzato da Nero, Komor e Belle per fare pratica nella lotta.

Non si conosce alcuna mossa di Unfezant.

Swanna
Articolo principale: Swanna di Anemone
Nero Swanna Adventures.png
Debutto: Raduno

Nero prende in prestito Swanna da Anemone in modo tale da aver un Pokémon Volante che lo aiuti a raggiungere Zefiropoli. All'arrivo, viene restituito alla sua Allenatrice.

Riconoscimenti

Medaglie

Nero e le sue otto Medaglie della Lega di Unima

Questa è la lista delle Medaglie che Nero ha ottenuto:

Lega Pokémon

Nero ha partecipato alle seguenti edizioni della Lega Pokémon:

Curiosità

Nomi


Presi in prestito


Personaggi principali di Pokémon Adventures
RBVG/RFVF RossoBluVerdeGiallo
OAC/HGSS OroArgentoCristallo
RZS RubinoZaffiroSmeraldo
DPPt DiamondPearlPlatinum
NBB2W2 NeroBiancaBlakeWhitley
XY XY
SMUSUM SunMoon