Non mi arrendo

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Jump to navigation Jump to search
Non mi arrendo
OPE19.png
Dub ITA OP 19
Artista
Testo
Marisa Della Pasqua
Compositore
Ed Goldfarb
Arrangiamento
Ed Goldfarb e Akhil Gopal

Non mi Arrendo è la sigla di apertura italiana della diciannovesima stagione. Viene usata da Dalla A alla Z! a Alla prossima!.

Questa sigla è una traduzione della sigla inglese per questa stagione, Stand Tall. Perciò il testo è una traduzione adattata, mentre la musica e le immagini sono esattamente le stesse della versione inglese.

Versione inglese

Stand Tall
OPE19.png
Dub OP 19
Artista
Ben Dixon e The Sad Truth
Testo
Ed Goldfarb
Compositore
Ed Goldfarb
Arrangiamento
Ed Goldfarb e Akhil Gopal

Stand Tall è la sigla inglese della diciannovesima stagione, ed è stata usata da Dalla A alla Z! a Alla prossima!.

Le immagini di questa sigla sono prese dalla sigla giapponese per la diciannovesima stagione, XY&Z.

Riassunto

La sigla si apre con Ash e tutta la sua squadra (con Noivern ancora un Noibat) e subito l'inquadratura si sposta su Ash che esegue vari movimenti, come sbattere la punta del piede a terra e chiudersi la maglia. Dopo viene mostrata una visuale di Luminopoli al tramonto con il gruppo che osserva la scena. Le scene successive presentano: uno scontro tra Greninja Forma Ash ed il MegaSceptile di Sandro, Clem che prende in braccio Mollicino e gli altri che la seguono, Jessie, James e Meowth che sono sulla loro mongolfiera e si devono travestire da Infermiera Joy, la continuazione della lotta tra Greninja e Sceptile e una scena in cui viene mostrato il Pokémon di Ash in tutte le sue fasi evolutive, da Froakie a Greninja Forma Ash. La scena successiva mostra Mollicino che scappa da due mani che cercano di catturarlo e va da Clem e subito dopo vengono mostrati Elisio, gli scienziati del Team Flare, Z2 ed Alan con il suo MegaCharizard X. La sigla si chiude con Ash, Lem, Serena e Clem.

Spoiler

Personaggi

Persone

Pokémon

Testo

Versione TV (0:30)

Versione film (1:55)

Curiosità

In altre lingue