Rovine dell'Eroe

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Rovine dell'Eroe
Hero's Ruin
黒き英雄の遺跡 (Rovine dell'Eroe Nero)
Hero Ruin.png
Le Rovine dell'Eroe
Debutto

Le Rovine dell'Eroe sono un luogo esclusivo dell'anime nella regione di Unima. Sembra che si trovino nelle vicinanze della Cava Pietrelettrica e compaiono in Esploratori delle Rovine dell'Eroe!.

Ash, Iris e Spighetto vengono portati a vederle da Gasparago Aralia. Nel passato, le rovine erano il luogo dove l'Eroe Nero del mito comunicò con Zekrom e Gasparago ne sta studiando la storia.

Appena entrati, i quattro trovano un corridoio che termina con un muro che presenta una depressione al suo interno. Quando Spighetto gira la statua di Venipede che si trova nello spazio, il muro si sposta, rivelando un gigantesco masso che minaccia di schiacciarli. Il Pansage di Spighetto usa Fossa per creare un buco in cui possono nascondersi mentre il masso li sorpassa. Successivamente, il gruppo deve scegliere quale ponte attraversare tra due per superare un baratro, ma, prima che Gasparago possa tradurre l'indizio su quale dei due sia quello sicuro, Ash e Spighetto cominciano ad attraversare quello sbagliato, che crolla immediatamente, anche se i due ragazzi si salvano per miracolo.

Più in profondità, il sentiero si divide in tre tunnel, a tema Golett, Krokorok e Darumaka. Quest'ultimo conduce il gruppo in una trappola di fuoco, che viene domata dal Pantanobomba dello Stunfisk di Spighetto, mentre quello di Krokorok è una strada senza uscita dove i muri iniziano a stringersi, fino a quando non interviene l'Excadrill di Iris.

Alla fine del sentiero di Golett, c'è una stanza con diverse identiche bare al suo interno e, subito dietro, una camera grande e circolare con un anello di pilastri di cristallo nel suo centro. Nascosto dai pilastri, c'è il luogo di riposo dello "Scurolite Dorato", l'oggetto mistico che l'Eroe Nero usò per evocare Zekrom. Ash sta per toccare la sfera, ma Gasparago lo ferma, avvisandolo che potrebbe attivare una trappola. Subito dopo, un Sigilyph selvatico attacca vilmente il gruppo, costringendoli a scappare verso la stanza con le bare. Scoprendo che queste sono danneggiate e rotte, lo scienziato suggerisce di nascondersi al loro interno: la tattica funziona, così riescono a liberarsi di Sigilyph.

Tuttavia, li aspetta una nuova trappola, infatti all'interno di una delle bare si nasconde un Cofagrigus, che non perde tempo ad attaccarli. Dopo aver salvato Iris dalle sue grinfie, il gruppo scappa verso un'altra camera, solo per trovare altre bare ed altri Cofagrigus. Mentre fuggono, vengono nuovamente attaccati da Sigilyph, così Gasparago ammette che ha preso senza essere visto lo Scurolite Dorato.

In un sottolivello delle rovine allagato, l'uomo usa la pietra per rivelare le iscrizioni che parlano della leggenda dell'Eroe Nero e di Zekrom. Queste portano alla scoperta di un tunnel che riporta alla stanza dove si trovava lo Scurolite ma, anche se Gasparago lo rimette al suo posto, Sigilyph ed uno dei Cofagrigus li attaccano ancora e comunque, spedendo i quattro in cielo. Mentre stanno cadendo, lo scienziato ricorda agli altri il significato delle rovine, ovvero la profonda amicizia tra l'Eroe Nero e Zekrom, portando Ash ed Iris a rivivere le loro avventure ad Unima. La cosa soddisfa Sigilyph e Cofagrigus, che li salvano dalla caduta, prima di andarsene.

Pokémon visti nelle Rovine dell'Eroe

Rovine dell'Eroe Cofagrigus.png
Cofagrigus (diversi)
Rovine dell'Eroe Sigilyph.png
Sigilyph

Curiosità

  • Le Rovine dell'Eroe sono simili nello scopo e nell'aspetto al Castello Sepolto; entrambi sono delle rovine di templi seppellite piene di trappole che devono proteggere una delle pietre collegate a Zekrom o Reshiram. In più, vi si possono trovare dei Cofagrigus selvatici, mentre i Sigilyph compaiono all'esterno del castello, nel Deserto della Quiete in Nero, Bianco, Nero 2 e Bianco 2.