PokéGods

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.

PokéGods è il termine utilizzato per riferirsi ad alcuni Pokémon fake aventi il numero del Pokédex più grande di 150 e che si presumeva fossero ottenibili nei giochi di prima generazione. Il termine è diventato popolare tra i fan della serie tra la fine degli anni '90 e l'inizio del nuovo millennio, quando Pokémon Oro e Argento erano in via di sviluppo. Questo concetto è stato oggetto di discussione e dispute in diversi forum e siti web dell'epoca, inoltre, molti screenshot sono stati modificati e spacciati per reali per dimostrare che questi erano dei Pokémon esistenti.

Molti PokéGods erano considerati invincibili, mentre pochi altri erano considerati semplicemente dei Pokémon "bonus" nascosti. Sono stati distribuiti molti trucchi e codici per poter ottenere questi Pokémon; generalmente richiedevano compiti molto strani e particolari, come battere la Lega Pokémon un numero determinato di volte utilizzando dei Pokémon specifici.

Origini

Si dice che le voci che hanno dato origine ai PokéGods si siano originate grazie a Mew, il misterioso Pokémon di cui si sapeva veramente poco all'epoca. La mancanza di informazioni ha portato i fan a creare speculazioni e indiscrezioni sull'ottenimento di Mew, comprese quelle leggende riguardo il camioncino di Aranciopoli.

Cominciarono a girare voci simili anche quando sono stati rivelati alcuni dei primi Pokémon della seconda generazione (Marill in particolare), con il risultato che i fan dichiararono che questi nuovi Pokémon erano in realtà i PokéGods. Le voci si diffusero anche su altri PokéGods senza alcuna base di fatto; la maggior parte di essi erano Pokémon completamente evoluti o versioni differenti dai Pokémon già esistenti. I trucchi e i codici fasulli per ottenere i PokéGods in Pokémon Rosso e Blu sono stati rilasciati per anni anche dopo il rilascio di Pokémon Oro e Argento.

Elenco dei PokéGods

Sono emersi diversi PokéGods grazie alle voci create dai fan. Di seguito è riportato un elenco di quelli più noti.

Pokémon esistenti chiamati PokéGods

Evoluzioni di Pokémon già esistenti

  • Sapusaur o Sapsaur, possibile evoluzione di Venusaur
  • Charcolt, possibile evoluzione di Charizard
  • Rainer, possibile evoluzione di Blastoise
  • Nidogod, possibile evoluzione di Nidoking
  • Nidogoddess, possibile evoluzione di Nidoqueen
  • Pikaflare o Flarachu, possibile evoluzione di tipo Fuoco di Pikachu o di Raichu
  • Pikabud, possibile evoluzione di tipo Erba di Pikachu o di Raichu
  • Locustod, possibile evoluzione di Butterfree
  • Beepin, possibile evoluzione di Beedrill
  • Raticlaw, possibile evoluzione di Raticate
  • Pearduck, possibile evoluzione di Golduck
  • Flareth o Flarith, possibile evoluzione di Flareon
  • Sandswipes, possibile evoluzione di Sandslash
  • Spooky, possibile evoluzione di Gengar
  • Corona Mew, possibile evoluzione di Mew
  • Mewthree, possibile evoluzione di Mewtwo
  • Dimonix, possibile evoluzione di Onix

PokéGods che non sono basati su Pokémon reali

  • Millenium
  • Anthrax
  • Mysterio
  • Apocalypse
  • Ruin
  • Psybir
  • Psybird, evoluzione di Psybir
  • Doomsay
  • Doomsday, evoluzione di Doomsay
  • Tricket
  • Hifishi
  • Pokémaniac
  • Tyranticus
  • Primator
  • Psyke
  • Wizwar
  • The Unidentified Dragon

Altri PokéGods

Alcuni di questi PokéGods erano in realtà dei Pokémon glitch che potevano essere incontrati o ottenuti tramite trucchi. Inoltre, un altro PokéGod ben noto era Venustoise che originariamente appariva in Il fantasma della scogliera.

Altri due PokéGods hanno avuto origine grazie a degli scherzi creati con la scusa del pesce d'aprile: Yoshi (considerato come l'evoluzione di Dragonite nel numero #58 della rivista Expert Gamer) e Luigi (considerato l'evoluzione di Lickitung nel sito ufficiale di Nintendo).

Strumenti correlati

Mist Stone

C'era un rumor riguardo la Mist Stone, uno strumento che si diceva potesse evolvere qualsiasi Pokémon. Esistevano diversi modi, ovviamente fasulli, per poterlo ottenere.

Collegamenti esterni