Pika Mania

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Questo articolo è una bozza (stub). Puoi aiutare Pokémon Central Wiki espandendolo.
Il logo del magazine

Pika Mania è stata una rivista periodica italiana pubblicata dalla Sprea Editori incentrata sul franchise Pokémon. La rivista era nata dalle ceneri delle celebri riviste Pokémon World (2000-2005), Pokémon Mania (2006-2014) e Pokémon Mag (2015). La rivista ha cominciato ad essere pubblicata dal 10 maggio del 2016 fino al 10 gennaio del 2018, quando viene chiusa definitivamente.

Storia

Pokémon World

La rivista nasce a dicembre 2000 con il titolo di Pokémon World, pubblicata dalla Play Press. I primi numeri hanno ben poco a che spartire con quelli successivi che avrebbero reso nota la rivista: il layout per esempio era più simile a quello della rivista sul Game Boy della stessa casa editrice, Game Boy Mania. Solo dal numero 3 appare la grafica che sarebbe rimasta fino alla fine sulla rivista.

Nel periodo dell'uscita della terza generazione, la rivista raggiunge una certa ignominia tra i fan del franchise: infatti, non solo la rivista inizia a fare numerosi errori sull'argomento (come il famoso numero dove, a causa di un copincolla accidentale dei layout grafici dal numero precedente, la descrizione di Rayquaza nel loro elenco del Pokédex di Hoenn riportava che questo poteva essere ottenuto pescando col Super Amo sul Percorso 128), ma la redazione decide di dissociarsi dalle traduzioni ufficiali della serie, ritenute da loro eccessivamente infantili, usando invece traduzioni letterali fatte da loro per i nomi di mosse e strumenti: questa cosa ha spesso portato nella rubrica della posta a mancanza di comprensione tra la redazione ed i lettori.

Pokémon Mania

A inizio 2006, la rivista cambia nome in Pokémon Mania. I contenuti rimangono pressoché invariati per parecchio tempo.

Con l'arrivo della quarta generazione, le cose iniziano però a cambiare: non soltanto le traduzioni ufficiali tornano a essere accettate dalla redazione e correttamente usate nella rivista, ma iniziano ad apparire nuove rubriche dedicate al reparto competitivo dei giochi.

A inizio 2013, con l'annuncio della sesta generazione, iniziano nuove rivoluzioni: la rivista apre ufficialmente la sua pagina Facebook, che rimarrà aperta anche dopo la chiusura della rivista, e appaiono uno stuolo di nuove rubriche come Le Ricerche della Professoressa Aralia, dove si mettono a confronto vari Pokémon con le loro fonti di ispirazione del mondo reale.

In seguito ad un cambio di target della casa editrice Play Press, ad aprile 2014 esce l'ultimo numero ufficiale di Pokémon Mania: tuttavia, la redazione è stata licenziata già il mese precedente, come si evince dall'assenza della maggior parte dei nomi nella colonna informazioni in prima pagina e dal tono generalmente raffazzonato con cui quest'ultimo numero si presenta, con articoli palesemente copincollati da siti internet, informazioni ripetute più volte nello stesso numero e una cura inferiore generale.

Pokémon Mag

A maggio 2015 la rivista rinasce col nome di Pokémon Mag, stavolta edita da Lunasia Edizioni: tale versione della rivista tuttavia finisce dopo due numeri.

Pika Mania

Esattamente un anno dopo, Pika Mania appare come ultima incarnazione della rivista. Questa introduce una nuova gamma di contenuti: oltre a varie rubriche già viste nell'ultimo periodo di Mania, appaiono per i primi numeri della rivista anche articoli dedicati ad argomenti diversi dai Pokémon, anche se dopo qualche numero scompaiono. In questi numeri inizia anche una collaborazione sia con Pokémon Central Wiki che con Pokémon Millennium.

Intorno a metà 2017 la rivista, dopo anni di mensilità, diventa bimestrale. La rivista chiude definitivamente con il numero di gennaio 2018.

Pubblicazioni

Collegamenti esterni