Ada (Kanto)

da Pokémon Central Wiki, l'enciclopedia Pokémon in italiano.
Ada

Ada è un personaggio del giorno dell'anime Pokémon che compare in Comici per un giorno.

Storia

Ada è un'artista viaggiatrice che recita assieme al suo Chatot. Sulla strada per il Gran Premio della Comicità di Violapoli, il suo Pokémon inizia ad andarsene durante il giorno e a ritornare la notte, alle volte dicendo delle cose strane che Ada non comprende. Dopo aver incontrato Ash ed i suoi amici, che la aiutano a scoprire che Chatot si dirige ogni giorno ad un ospedale per bambini, Ada ed il Pokémon riescono ad intrattenere i ragazzini e a fargli capire che Chatot non può sempre stare con loro.

Alla fine, Ada e Chatot partono per Johto per inseguire il loro sogno di diventare un gruppo comico.

Pokémon

Questa è la lista dei Pokémon conosciuti di Ada nell'anime:

Chatot di Ada
Chatot
Chatot è l'unico Pokémon conosciuto di Ada. È molto bravo a memorizzare frasi e parole e a ripeterle.

Ada continua a perdere il suo Chatot, dato che questi vola sempre via e la ragazza deve continuamente cercarlo. Dopo averlo ritrovato, lo usa in un ospedale per intrattenere dei bambini visto che vuole partecipare al Gran Premio di Johto, una gara in cui chiunque può mostrare le proprie abilità. Quando il Team Rocket prova a rapire Chatot, usa Beccata per allontanare i cattivi, che vengono poi spediti in orbita dal Fulmine di Pikachu.

L'unica mossa conosciuta di Chatot è Beccata.

Debutto Comici per un giorno
Doppiatori
Giapponese Daisuke Sakaguchi
Inglese Sean Reyes

Doppiatrici

Curiosità

  • Durante una prova di insulti per la loro performance, Chatot chiama Ada Audrey esattamente una volta. Alcune fonti, come Pokémon.com, hanno frainteso l'insulto credendo che fosse il suo vero nome. Così, il riassunto dell'episodio di Pokémon.com si riferisce ad Ada come ad Audrey, con un errore che viene riportato sia nell'audio che nei sottotitoli.
    • Nel doppiaggio brasiliano e spagnolo latino-americano, viene chiamata Audrey. L'errore menzionato qua sopra potrebbe aver ingannato i traduttori, facendoli pensare che il suo nome fosse Audrey.